Blog

Sunita Narain, Giobbe Covatta, Andrea Segrè vi invitano ….

BOLOGNA – E’ in programma, sabato 1 dicembre, la premiazione di Bologna Food Award 2018, promosso da Fondazione FICO con CAAB, Centro Agroalimentare di Bologna. Appuntamento alle 16.00 a Fondazione FICO (Parco Agroalimentare Eataly World Bologna, spazio 118) per incontrare Sunita Narain, la vincitrice 2018, nota ambientalista indiana che dirige il CSE – Centro Scienza e Ambiente di New Delhi. Inserita dalla rivista TIME nell’elenco delle 100 persone più influenti del mondo, coprotagonista del film di Leonardo Di Caprio “Before the flood” uscito due anni fa per sensibilizzare le coscienze sul futuro della Terra, Sunita Narain prenderà parte al talk a cura di Fondazione FICO: una conversazione dedicata a “Cibo per il futuro del mondo: produzione sostenibile per i sapori delle cucine locali”. Con lei dialogheranno il presidente di Fondazione FICO Andre Segrè e l’artista Giobbe Covatta, vincitore del Premio Vivere a Spreco Zero 2018 promosso da Last Minute Market con l’Università di Bologna – Distal. Nel corso dell’incontro anche Giobbe Covatta riceverà il Premio dal ricercatore Luca Falasconi. L’ingresso è libero. La Giuria di Bologna Award aveva assegnato all’unanimità il riconoscimento a Sunita Narain “per aver individuato nel cibo l’elemento strategico dello sviluppo sostenibile e per le innovative ricerche sul tema portate avanti in questi anni attraverso il Centro Scienza e Ambiente».

 

 

 

Valore aggiunto per l’edizione 2018 di Bologna Food Award è la collaborazione con la FAO, Food and Agricolture Organization of the United Nations, partita in occasione del 16 ottobre, World Food Day. Aspetto peculiare del Bologna Food è che i vincitori, sin dal momento dell’accettazione, si impegnano a donare il valore del premio in favore di progetti e iniziative di settore sostenibili, durevoli e/o solidali. La 3^ edizione di Bologna Award è ideata e promossa da Fondazione FICO con CAAB, Centro Agroalimentare di Bologna, con il sostegno della Camera di Commercio di Bologna e la collaborazione di Città Metropolitana, Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna, Bologna Welcome.

 

 

Sunita Narain è una scrittrice e attivista ambientalista fra le più note a livello planetario. Conduce la sua ricerca con rigore forense unito alla passione, perché la conoscenza possa portare ai cambiamenti di cui la terra ha bisogno. E’ Direttore Generale del CSE – Centro di ricerca per la scienza e l’ambiente (CSE) di New Delhi e redattore della rivista quindicinale Down To Earth. Nel 2016 è stata inserita dalla rivista TIME nell’elenco delle 100 persone più influenti del mondo. Ha preso parte al film di Leonardo di Caprio “Before the flood” per la sensibilizzazione sul futuro del pianeta.                                 Sotto la sua guida CSE ha conquistato una notorietà vastissima attraverso campagne, ricerche e pubblicazioni. L’indice annuale Global Go To Think Tank dell’Università della Pennsylvania, riferimento del settore sul piano internazionale, ha posizionato per tre anni consecutivi, dal 2015 al 2017, il CSE fra i think tank ambientalisti più influenti dei Paesi in via di sviluppo. Nel 2015 CSE è stata anche riconosciuta come “istituzione pubblica dell’anno” dal principale standard commerciale indiano, il Business Standard.

La carriera di Sunita Narain è iniziata nei primi anni ’80 come co-ricercatrice di Anil Agarwal, fondatore di CSE. È stata co-autrice di pubblicazioni influenti sull’ambiente dell’India, condotto ricerche approfondite sulla governance e la gestione dell’ambiente del paese e ha diretto campagne sul controllo dell’inquinamento atmosferico, sulla gestione delle acque delle comunità, sull’industrializzazione sostenibile e su cibo e tossine, tra gli altri. Nel corso dell’anno, attraverso i suoi test analitici su diversi campioni di alimenti, CSE è stata in prima linea nel richiedere una politica alimentare progettata deliberatamente per l’alimentazione, i mezzi di sussistenza, la biodiversità e la sostenibilità. Ha ricevuto moltissimi riconoscimenti, fra questi: nel 2005 è stata insignita del Padma Shri dal governo indiano. Nello stesso anno ha ricevuto il prestigioso Stockholm Water Prize per il suo lavoro sulla raccolta dell’acqua piovana e sulla gestione delle risorse idriche a livello di comunità. Penguin ha recentemente pubblicato il suo nuovo libro “Conflicts of Interest”, in cui ha scritto delle campagne di CSE dall’inquinamento atmosferico alle tigri.

Sunita Narain ha prestato servizio in importanti comitati del governo indiano per promuovere la politica ambientale e di sviluppo verso obiettivi di equità, sostenibilità e sostentamento. Nel 2005 ha presieduto la Task Force della Tigre sotto la direzione dell’allora Primo Ministro dell’India, per sviluppare un piano d’azione per la conservazione nel Paese dopo la perdita di tigri nel Parco Nazionale di Sariska. È stata membro del Consiglio del Primo Ministro per i cambiamenti climatici e dell’Autorità nazionale per il bacino del fiume Gange. Continua a prestare servizio nelle commissioni nazionali e internazionali sull’ambiente. È sostenitrice del forum EAT e membro del comitato consultivo EAT. La voce di Sunita Narain, con il suo fascino appassionato e il profondo impegno nei confronti di alcune delle questioni ambientali più critiche del Sud del mondo, è stata fondamentale per mantenere vive queste questioni nella mente dei politici, dei governi, delle parti interessate e della gente in generale.

 

 

info@fondazionefico.org

press@fondazionefico.org