Blog

IL GUSTO PER LE COSE GIUSTE. LETTERA ALLA GENERAZIONE Z

ANDREA SEGRE’ PRESENTA A FICO “IL GUSTO PER LE COSE GIUSTE. LETTERA ALLA GENERAZIONE Z”.

Mercoledì 18 aprile ore 19, Librerie COOP FICO Eataly World, nell’ambito delle iniziative per la Cena Rosa, Raccolta fondi per la Susan G. Komen Italia.

Dialoga con l’autore Carla Faralli, Presidente del Comitato Emilia-Romagna della Susan G. Komen Italia.

 

SANA ALIMENTAZIONE, BENESSERE, SALUTE: IL PRESIDENTE DI FONDAZIONE FICO PARLA AI GIOVANI CHE EREDITERANNO LA GOVERNANCE DELLA TERRA E RACCOGLIE IL TESTIMONE DELL’IMPEGNO DELLA SUSAN G. KOMEN ITALIA PER LA LOTTA AI TUMORI AL SENO.

 

 

BOLOGNA – Nel 2020 i giovani della Generazione Z – ragazzi e le ragazze tra i 13 e i 30 anni, ovvero i nativi digita­li cresciuti con lo smartphone in mano – rappresenteranno il 40% dei consumatori nel target delle multinazionali, e sono già “shopping influencer” per 600 miliardi di dollari negli USA, con capacità di spesa autonoma stimata in 43 miliardi. Ma l’allarme per loro è dietro l’angolo: precari oggi, poveri domani: dati Censis prevedono ben 5,7 milioni di lavoratori “nuovi poveri” entro il 2050. Come aiutarli a trovare approdi concreti in un futuro che si prefigura instabile e precario? Alla generazione Z, per sostenerla con una visione rigenerata capace di offrire nuove prospettive, si rivolge con il suo ultimo saggio “Il gusto per le cose giuste. Lettera alla generazione Z” (Mondadori) l’agroeconomista Andrea Segrè, presidente della Fondazione FICO e del Centro Agroalimentare di Bologna, ideatore e promotore di tante iniziative vi­sionarie come la campagna europea Spre­co Zero. Presenterà il suo libro mercoledì 18 aprile, alle Librerie COOP del Parco Agroalimentare FICO di Bologna,in dialogo con Carla Faralli, presidente del Comitato Emilia Romagna della Susan G. Komen Italia, nell’ambito di una collaborazione avviata con Fondazione FICO. L’associazione Susan G. Komen è basata sul volontariato e da 17 anni opera in prima fila nella lotta ai tumori del seno, realizzando numerosi programmi di prevenzione, promozione della salute e adozione di stili di vita sani. Fra queste attività il progetto “Donne al Centro”, realizzato in collaborazione con i professionisti delle Breast Unit dell’Azienda USL di Bologna e dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna, si pone l’obiettivo di realizzare uno spazio polifunzionale, che offra servizi e attività utili a favorire il benessere psico-fisico e l’aggregazione delle donne che affrontano terapie oncologiche. Il Padiglione H dell’Ospedale Bellaria è infatti già in corso di ristrutturazione: più di 130 mq dedicati a prevenzione, supporto e miglioramento della qualità delle cure, tutti temi alla base della mission della Komen. Mercoledì 18 aprile 2018 alle ore 20.30, presso il Ristorante Bell’Italia all’interno di FICO Eataly World, la tradizionale “Cena Rosa”, giunta ormai alla sua IX edizione, sarà l’occasione concreta per contribuire a sostenere questo importante progetto. Una serata dedicata alla raccolta fondi e alla salute, per rendersi attivi protagonisti di un’iniziativa che coinvolge in maniera innovativa la realtà bolognese, poiché quanto ricavato sarà interamente dedicato a “Donne al Centro”.

Un’occasione anche per riflettere sul tema del benessere che parte da una sana alimentazione, come ricorda il presidente di Fondazione FICO Andrea Segrè prospettando un dolce «stilmedio», cioè una con­dotta, basata sull’equilibrio personale, sulla cura degli altri, sulla sostenibilità ecologica, sulla circolarità dell’economia. Perché quello lineare non è l’unico moto possibile, esiste quello circolare. Sostenibilità è un termine che i giovani lettori di Andrea Segrè incontreranno spesso: per capire che a ogni essere umano deve corrispondere una quota di natura.

 

Press ufficiostampa@volpesain.com

 

Evento in collaborazione con